Eventi

Misfits e gli incastri imperfetti

In mostra alla GAM di Milano fino al 26 settembre Misfits, personale dell’artista visiva Nairy Baghramian che per la prima volta si accosta al marmo.

“Nairy Baghramian – scrive Bruna Roccasalva, curatrice della mostra Misfits – porta avanti da due decenni una rigorosa ricerca formale e concettuale che esplora la relazione tra architettura, oggetto e corpo umano. La sua riflessione sul potenziale politico della forma scultorea sostiene anche l’importanza della fisicità dell’opera, capace di incarnare idee e presupposti teorici attraverso le specificità formali, materiali ed espositive che la contraddistinguono.”

La mostra si articola in cinque ambienti, ciascuno dei quali ospita un elemento scultoreo, e prosegue sulla terrazza adiacente alle sale. Ognuna delle opere in mostra è costituita di due metà, realizzate con materiali differenti – fusioni in alluminio dipinto e legno per gli elementi che si trovano all’interno, marmo per quelli in esterno – e installate come fossero parti disgiunte di un possibile intero. Gli elementi scomposti di queste sculture sembrano evocare la struttura tipica di certi oggetti ludici basati sull’incastro di forme geometriche.

Con Misfits l’artista nata in Iran e basata a Berlino, si accosta per la prima volta a un materiale nobile come il marmo, da sempre simbolo di compiutezza e perfezione. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Henraux ha colto l’opportunità di conoscerne la storia, i processi di estrazione e lavorazione. La scelta di utilizzarlo è stata tutt’altro che casuale, spiega la curatrice: impiegando il marmo per dare forma scultorea all’imperfezione, Baghramian rimette in discussione ogni idea precostituita della bellezza e della forma, suggerendo che anche la scultura dovrebbe avere “la possibilità di non soddisfare le aspettative”.

Furla Series – Nairy Baghramian. Misfits è il frutto della collaborazione tra Fondazione Furla e la GAM-Galleria d’Arte Moderna di Milano, con il contributo della Fondazione Henraux per la produzione delle opere in marmo.

Iscrizione newsletter