Hotel Tonino Lamborghini

Marco Piva

Marco Piva

Studio Marco Piva

Dettagli progetto:

  • Committenza: Chengdu Donghe Real Estate Ltd
  • Luogo: Cina

L’Hotel Tonino Lamborghini, per il quale lo Studio Marco Piva ha progettato anche il design delle facciate, si inserisce nel contesto del nuovo complesso delle torri Tonino Lamborghini, edifici di ultima generazione al cui interno convergono anche funzioni commerciali, culturali e di residenza.

Le zone comuni dell’albergo sono situate dal piano strada fino al settimo, mentre le camere e gli appartamenti a partire dall’ottavo piano della torre A, per un totale di circa 210 tra camere e appartamenti, caratterizzati da diverse tipologie e metrature, pensati per offrire un’esperienza di ospitalità unica a diversi tipi di utenza, dal business al leisure.

La progettazione mescola sapientemente tradizione cinese e cultura del design italiano: un omaggio a due culture entrambe con antiche tradizioni, per un risultato altamente scenografico che affonda le radici nella storia, proiettandola nell’era contemporanea.

Gli spazi comuni  sono caratterizzati da un design dinamico  che si distingue per la scelta di materiali pregiati, forme e fasci di luce dal taglio deciso, effetti ottici e di frammentazione delle superfici dettati dal ritmo dei materiali, uso scenografico della luce che gioca con i bagliori creati da finiture lucide e riflettenti, e attenzione ai minimi dettagli, con la realizzazione custom di pannelli decorativi e diversi elementi di arredo, per dare un tocco spettacolare a ogni singolo ambiente, dalla reception ai ristoranti tematici, dalle lobby alle lounges e fino alle camere.

Marmi molto decorativi, linee verticali che richiamano il bambù delle riserve naturali limitrofe alla città, elementi circolari come specchi, lampade e tavoli che richiamano i tradizionali ombrelli cinesi, sono alcuni degli elementi ricorrenti negli spazi dell’albergo, interpretati secondo la tradizione italiana legata all’estetica, alla funzionalità e all’emozione.

Un ambiente particolarmente scenografico sarà quello della piscina, al settimo piano, con la sua conformazione che permette la vista sia sullo skyline della città che sullo sviluppo verticale della torre A. Un’ atmosfera pensata come l’incontro degli elementi Acqua e Fuoco, con cascata sulla parete vetrata vista città e un gioco di luce sulla parete opposta a richiamare il fuoco.

Un albergo che permetterà ai suoi clienti di vivere un’esperienza unica e senza tempo, enfatizzando, attraverso il design italiano, l’esclusività e i valori della cultura in cui si inserisce.

Iscrizione newsletter